I DENTI DA LATTE. COME TRATTARE L’IGIENE ORALE

I bambini non sono piccoli adulti, per questo motivo hanno bisogno di attenzioni particolari.

Il neonato in fase di dentizione sente fastidio o dolore alle gengive, per questo tende a mordere oggetti e mani per placare questa sgradevole sensazione. A partire da 6 mesi circa compariranno i primi denti da latte.

Non tutte le neomamme sanno che è importante un’accurata igiene orale fin da questa fase: pulire la bocca del bebè per evitare il ristagno di cibi,

LE REGOLE PER AVERE UNA BOCCA SANA

L’igiene orale è la migliore soluzione per la prevenzione di molte patologie e problematiche legate al cavo orale. Infatti quando il paziente non effettua una corretta igiene orale, quindi i denti non sono ben puliti, si possono formare le carie, infiammare le gengive oppure in casi estremi arrivare alla perdita di elementi dentali. Quindi tramite una corretta igiene orale teniamo lontani i batteri e garantiamo una migliore salute ai nostri denti e alla nostra bocca.

SBIANCAMENTO: QUALI SONO GLI ALIMENTI DA EVITARE DOPO IL TRATTAMENTO?

Lo sbiancamento dentale ti permette di sfoggiare un sorriso bianco e splendente, ma in che modo puoi assicurarti un effetto che dura nel tempo?

Per prima cosa è fondamentale fare attenzione a ciò che si mangia e beve nelle ore successive al trattamento. Nei giorni successivi allo sbiancamento i denti sono più sensibili e assorbono più facilmente i pigmenti di ciò che mangi,